Sriman Valihara das è un praticante del Vaisnavismo Gaudiya, una tradizione spirituale dell’induismo che presenta i principi della devozione a Dio (bhakti yoga). Ha intrapreso questo sentiero negli anni 70 sotto la guida di maestri anziani e da allora sta insegnando ai sinceri ricercatori come coltivare il rispetto e la devozione al Divino. Egli viaggia per sostenere coloro che hanno fiducia nel suo messaggio attraverso il suo personale esempio, ritiri spirituali, incontri, conferenze e approfondimenti filosofici. Nei suoi discorsi offre una visione mistica, al di là del tempo e dello spazio, che va oltre qualsiasi categoria razionale. Egli invita i suoi ascoltatori a percepire un mondo superiore, non come una ipotesi o astrazione mentale, ma come la più concreta delle realtà.

Sriman Valihara das sottolinea che la società moderna, o post-moderna, caratterizzata dall’onnipotenza delle scienze fisiche e tecnologiche, impedisce ogni approccio transpersonale ed esperenziale al principio della coscienza. Gli scienziati moderni attualmente tentano di spiegare tutto, incluso la coscienza, o la vita, in termini di interazioni atomiche e molecolari. Attingendo da antichi testi sanscriti come il Vedanta Sutra, la Bhagavad gita e il Bhagavata Purana Sriman Valihara das offre una concezione basata su verità filosofiche e teologiche che permetta la libera espressione della pura coscienza individuale (atma) dell’uomo. In alternativa ad una visione materialistica egli mostra l’esistenza di attività coscienti spirituali in cui l’amore per Dio manifesta tutta la sua potenza e completezza. Il suo insegnamento ci incoraggia a vivere una esperienza umana sempre più interiore e a comprendere che la vita è un dono impareggiabile da dedicare ai più alti valori della realizzazione spirituale.