Iskcon

il Tempio Buddhi-marga di Bologna esiste almeno dall’anno 2000 come testimonia la pagina Google https://groups.google.com/forum/#!topic/it.cultura.religioni/dsIwUpPoiBk

 

Essere “Devoti di Krishna” significa credere in Krishna come Dio, la Persona Suprema, lasciando il piu’ possibile la nostra vita nelle Sue mani, offrendola a Lui. Krishna ha parlato attraverso la Bhagavad-gita (come in altre manifestazioni Dio ha parlato in tutto il mondo attraverso altre Scritture) ed essere “Devoti di Krishna” significa quindi seguire le istruzioni e gli insegnamenti contenuti in questo testo. Nella Bhagavad-gita Krishna dice: “Se non puoi sottometterti ai principi regolatori del bhakti-yoga, cerca di dedicare a Me le tue opere, poiché agendo per Me raggiungerai la perfezione.” capitolo 12 verso 10 Alcuni membri del nostro Tempio virtuale “Hare Krishna Bologna” (“Scuola dell’Anima”), meditano su questo verso di Krishna e cercano di metterlo in pratica ogni giorno. Chi scrive in questo momento rappresenta questo gruppo di persone interessate a questo tipo di pratica, anche riconducibile alla Risoluzione n.93 della Commissione del Corpo Governativo dell’I.S.K.CON, Assemblea Generale Annuale, Mayapur 7-21 febbraio 1993: (riassumendo) Accettazione del Sacro Ordine di Sri Caitanya (nome abbreviato: Sat-sangi o Sraddhavan) Qualifiche: accettare le istruzioni o il sacro ordine di Sri Caitanya, cantare Hare Krishna (minimo un giro), adorare Sri Krishna e leggerne gli insegnamenti. (nota: poiché ciò si ricollega ampiamente alle fasi devozionali di sraddha o di sat-sanga, essi possono essere generalmente chiamati “Satsangi” o “Sraddhavan”).

Renzo Samaritani (Ramananda das)