Un pensiero

« Le nostre parole sono sempre l’espressione dei nostri pensieri, dei nostri sentimenti e dei nostri desideri. Quei pensieri, quei sentimenti e quei desideri dapprima creano nell’invisibile come degli schemi, delle linee di forza attorno alle quali, grazie alle parole pronunciate, vengono a disporsi alcune particelle di materia. Per questa ragione la parola contribuisce molto alla loro realizzazione.
Prendiamo un’immagine, quella del fucile, ad esempio. La parola rappresenta la canna del fucile, mentre il pensiero, il desiderio e il progetto rappresentano la polvere. La canna dà la direzione, e la polvere dà la potenza. Per ottenere dei risultati occorre dunque avere pensieri, sentimenti e desideri potenti, e in seguito, tramite la parola, dar loro l’orientamento voluto. L’energia psichica e la parola hanno entrambe una funzione da svolgere, ed è bene tenerne conto nella pratica spirituale. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov