Un pensiero

« Quante persone dimenticano il presente per pensare solo al futuro! Dato che stanno vivendo il presente, credono di non doversi porre tante domande in merito. E invece ci sono sì domande da porsi. Il domani non esiste ancora, e preoccuparsene è un po’ come lanciarsi nel vuoto. È sull’oggi che occorre lavorare, perché l’oggi è qui e non muore: si prolungherà e prolungandosi diventerà “domani”. Quel domani non l’avete ancora visto né assaporato né toccato, non ha realtà alcuna. Nel momento in cui lo toccherete, non lo chiamerete più “domani”, bensì “oggi”, e quel che era l’oggi lo chiamerete “ieri”.
Il passato è un ricordo e il futuro è una proiezione. Solo il presente è il vero tempo della nostra vita. Chi si preoccupa per il domani dimentica di vivere bene il presente, e dunque non saprà mai come quel presente possa diventare un eterno presente nell’armonia, nella bellezza e nella luce. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov